15 December

Farmacogenetica

Ogni persona risponde alle sostanze e ai farmaci in modo soggettivo e nel 95% dei casi questa variabilità è legata a fattori genetici: polimorfismi e mutazioni che incidono sulle reazioni di metabolizzazione ed eliminazione dei singoli elementi. Le reazioni avverse a farmaci sono in costante aumento, anche per il  consumo crescente di questo tipo di prodotti nelle società occidentali e per l’introduzione sul mercato di nuove molecole farmacologicamente attive.

Conoscere le reazioni del nostro organismo rispetto a determinati farmaci è un’informazione che può diventare cruciale in alcune situazioni, per esempio per aiutare il medico o lo specialista a somministrarne una dose personalizzata all’interno di una terapia. Questo semplice accorgimento eviterebbe di sottoporre il fisico ad un inutile stress, pur mantenendo valida la terapia, a beneficio del benessere e della salute.

Grazie a Personal Genetics è possibile realizzare test genetici personalizzati che analizzano il DNA della persona per evidenziare informazione sul metabolismo di molti farmaci come ad esempio:

• antidepressivi come la sertralina
• neurolettici come il resperidone
• antibiotici chinolonici come il ciprofloxacin ed il levoxacin
• antiepilettici come carbamazepina e fenitoina
• farmaci antiaritmici come la flecainide e propafenone